Come calibrare il monitor di un pc

Calibrare il monitor di un pc è fondamentale per ottenere una corretta luminosità, un contrasto adeguato e dei colori quanto più fedeli alla realtà. Tutto questo è importante per chi lavora quotidianamente con il proprio computer e utilizza software di grafica e montaggio video, come Photoshop e Adobe Premiere. Naturalmente che chi gioca abitualmente con videogiochi di ultima generazione può trarre giovamento da un monitor correttamente calibrato, in quanto le immagini ne traggono vantaggio. Insomma, se state cercando una guida semplice per capire come calibrare il monitor del vostro computer, avete trovato l’articolo che fa al caso vostro!

Calibrare il monitor del pc con Windows 7

Con Windows 7 e Windows 10, calibrare i colori e i parametri di luminosità del proprio monitor risulta molto semplice e intuitivo. Innanzitutto occorre cercare l’apposito strumento, digitando “calibra” sulla barra di ricerca. Fatto ciò, cliccate su “calibra il colore dello schermo” e accedete così all’apposito tool “taratura colore schermo”.

Regolare la gamma dello schermo

La prima funzione che vi viene proposta da Windows riguarda la correzione della gamma: cliccate su avanti e potrete regolare questo valore semplicemente scorrendo una barra verticale. L’obiettivo, come ben spiegato nell’applicazione stessa, è ridurre al minimo la visibilità dei punti situati al centro dei cerchi disegnati. La differenza è spesso minima, ma con un po’ di pazienza riuscirete a trovare il valore migliore per il vostro monitor.

Regolare la luminosità

Il secondo step prevede di regolare la luminosità del vostro monitor per pc gaming e, per far ciò, occorre utilizzare i comandi analogici che sono presenti sullo schermo stesso. Windows fornisce una pratica immagine dalla quale prendere esempio per capire se la luminosità scelta è ottimale. In sostanza, bisogna essere in grado di distinguere la camicia nera dalla giacca dello stesso colore e riuscire a intravvedere contemporaneamente la X posta sulla sinistra dell’immagine. Niente di troppo complesso tutto sommato.

Regola contrasto

Siete ora giunti al terzo passaggio che vi permette di regolare il contrasto del monitor. Il meccanismo è simile a quello indicato per la luminosità: dovrete utilizzare i comandi manuali per riuscire a distinguere le pieghe della camicia rappresentata nell’immagine fornita. Tenete conto che dovrete puntare sempre a un contrasto elevato, senza esagerare naturalmente!

Regolare il bilanciamento dei colori

Dopo che avrete affrontato tutti i precedenti step, non vi rimane che focalizzarvi sull’aspetto fondamentale di una buona calibrazione: il bilanciamento dei colori, e, più specificamente, del verde, del rosso e del blu. Anche in questo caso, Windows ha reso questo procedimento molto semplice per l’utente medio. Giunti a questo punto, sulla schermata vi appare una barra orizzontale suddivisa in quattro sezioni verticali. Ognuna di esse presenta una tonalità differente di grigio. L’obiettivo è scorrere orizzontalmente le barre per eliminare eventuali dominanti di verde, rosso e blu dal grigio.

Non appena sarete riusciti a rimuovere ogni traccia di colore dalle barre e a ottenere così dei grigi completamente neutri, il vostro monitor per pc gaming sarà pronto per essere utilizzato! Per rendervi conto dei progressi fatti, Windows vi dà la possibilità di visualizzare la taratura precedente. Potrete così scegliere se salvare le nuove impostazioni o annullare il tutto.

Articoli correlati