Come arredare un bar, informazioni e consigli utili 

Aprire un bel bar, che si distingua dagli altri e che spicchi dalla concorrenza, è il sogno di molte persone. Per fare la differenza non basta la qualità del servizio e delle materie prime: bisogna poter contare anche su un arredamento unico. 

Ma come arredare un bar? Si tratta di una domanda complessa, dato che come ci ricorda anche il sito arredamentistramenga.it dalle pagine del relativo e-commerce, arredare un bar significa saper cogliere l’essenza di quello che si vuole trasmettere agli altri: emozioni, sensazioni, colori, arte, un modo di intendere la vita. 

Arredare un bar significa realizzare un sogno: se si vuole che sia davvero diverso ed unico rispetto alla concorrenza, bisognerà arredarlo in modo intelligente, studiato e preciso. 

Ci sono davvero tanti modi di arredare un bar, con stili diversi: stile classico, moderno, industrial, vintage, chic, e molto altro ancora. Devi solamente scegliere lo stile all’interno del quale ti rivedi di più e quindi rivolgerti ad un esperto dell’arredo per produrre la soluzione migliore e rendere il tuo bar una piccola opera d’arte unica al mondo. Ricorda che rendere speciale il bar ed i suoi servizi è il modo migliore per rimanere impresso nella mente dei clienti.

Vediamo qualche esempio di stile su come si arreda un bar.

 Arredare un bar in stile moderno 

 Volete un bar in stile moderno? 

Trasparenza, acciaio, vetro, luci sono quello che vi servono per creare una zona aperta, modello loft open space, di ampio respiro. Un bancone di legno liscio, trattato, magari con un top in acciaio inox potrebbe essere la scelta giusta. Le pareti non devono essere troppo colorate, optate per colori neutri e rilassanti, come grigio topo, verde scuro, toni pastello. 

Le luci a led sono ottime per dare un tocco moderno, ma si può anche optare per dei lampadari in stile classico che siano piacevolmente in distacco rispetto allo stile moderno. Tavolini e sedie rigorosamente minimal, e come arredo, sculture moderne o quadri minimalisti. 

 

Arredare un bar in stile industriale 

 Lo stile industriale va molto di moda negli ultimi tempi. Una via di mezzo fra i colori scuri del legno, dell’acciaio, e le luci livide led, con qualche pianta qua e là per dare colore. 

Lo stile industriale è sicuramente uno dei migliori per arredare un bar: optate per un bancone di legno e con lampade a filo lungo, semplici e con fili a vista, create un’illuminazione chic.

I tavolini possono essere cassoni di legno non trattati, o bancali, mentre come sedie potete usare poltroncine in pelle o in ferro. 

La luce led è un’ottima alleata dell’arredo industriale, così come i colori naturali del legno, dell’acciaio e del ferro: rinnovate il locale posizionando piantine vere o finte sui tavoli e magari anche appese. 

 Arredare un bar in stile vintage 

 Lo stile vintage non passa mai di moda. Lo stile vintage può strizzare ad esempio un occhio alla Pop Art o ai classici bar sulla strada negli USA, con colori accesi, pavimenti a scacchi, tavolini con poltrone imbottite in pelle; alle pareti stampe di vecchie pubblicità, di pin up, e targhe, e poi mischiate il tutto con tanta tecnologia (che non deve mai mancare) come wifi, illuminazione moderna. 

 Arredare un bar shabby chic

 Lo stile shabby chic ricorda un po’ quello provenzale, si orienta su colori pastello delicati, su mobili antichi in legno, su stampe delicate e colorate, su dettagli curati finemente.

Usate molte piantine in vasetti di ceramica o ferro, scrivete i menù a mano sulle lavagnette, usate un set di bicchieri particolari, piatti in porcellana, e ricordate che sgabelli legno magari con decoupage sono molto graditi.

Articoli correlati