Come usare gli oli essenziali per profumare la casa

Gli oli essenziali e l’aromaterapia

Gli oli essenziali possono essere usati per profumare gli ambienti domestici, uffici, auto o negozi e per godere dei benefici dell’aromaterapia. Le essenze di origine naturale in commercio sono numerosissime, si possono scegliere fragranze di fiori o piante o mix tra le due tipologie, ma non tutti hanno lo stesso effetto sul fisico e sulla mente. Vediamo quale olio essenziale si adatta alle varie esigenze, ai vari ambienti e ai vari disturbi che sono in grado di curare in maniera naturale.

La camomilla e la calendula sono profumazioni rilassanti che favoriscono il riposo e il sonno, ideali da utilizzare in camera da letto di genitori e bambini. Il mughetto, l’iris e la rosa aiutano a rilassare corpo e mente e sono ideali durante i massaggi o mentre ci si rilassa a leggere un buon libro. In caso di emicrania, invece, è ottimo l’olio essenziale di menta piperita. Gli oli essenziali di wintergreen, pino, menta, sandalo ed eucalipto sono ottimi in caso di raffreddore per decongestionare le vie respiratorie.

Il timo è antimicotico e antibatterico, così come il patchouli, che in più è anche un ottimo tonico per mente e corpo. Il geranio è antisettico. L’anice stellato ha proprietà antimicrobiche e antibiotiche. L’olio essenziale di limone ha proprietà disinfettanti così come quello dell’albero del tè, comunemente noto col suo nome inglese tea tree oil.

L’arancio dolce e il cipresso sono ottimi alleati per curare stati depressivi e nevrotici mentre la melissa è un ansiolitico naturale così come l’arancio amaro, comunemente noto come olio essenziale di zagara dal nome dei suoi fiori bianchi. Tutti questi oli essenziali sono utilizzati in aromaterapia per combattere stati di stress e insonnia e far ritornare il buon umore.

Diffondere nell’aria olio essenziale di bergamotto, mandarino, palmarosa o citronella aiuta a tenere lontani gli insetti e le zanzare. Il rosmarino ha proprietà depuratrici. L’ylang-ylang (nome comune della cananga odorata) lascia un persistente odore di fiori. Ottimo per profumare gli ambienti è anche l’olio essenziale di vaniglia, ingrediente di molti profumi delle migliori marche.

Per approfondire le indicazioni terapeutiche dei vari oli essenziali, puoi leggere questo articolo sugli effetti e proprietà degli oli essenziali.

Le tipologie di diffusori di oli essenziali

Per diffondere gli oli essenziali nell’aria si possono utilizzare bruciatori di essenze, diffusori a bastoncini oppure diffusori elettrici di vario tipo. Vediamo quali sono le differenze.

I bruciatori di essenze sono solitamente in ceramica ed hanno un costo molto basso. Sono dotati di un piattino su cui versare l’olio essenziale posto su di un alloggiamento nel quale solitamente va inserita una candela. Il calore della candela accesa sotto al piattino con l’olio essenziale fa sì che l’olio intiepidito evapori nell’aria e si diffonda nell’ambiente. Sono molto semplici da utilizzare, ma il loro utilizzo è fortemente sconsigliato per un motivo fondamentale: il calore ossida l’olio essenziale, privandolo di molte delle sue proprietà. Se la fiamma è troppo vicina al piattino si può rischiare addirittura di bruciare l’olio essenziale sprigionando sostanze tossiche. Inoltre, soprattutto se si hanno bambini in casa, l’utilizzo di fiamme libere non è mai consigliabile.

I diffusori a bastoncini sono i più semplici da utilizzare: basta infatti immergere i bastoncini di legno nell’olio essenziale. Pian piano i midollini di legno si impregnano dell’olio ed iniziano ad emanare il profumo nell’ambiente circostante. Hanno un costo ridotto, un funzionamento molto semplice e sono facili da realizzare anche in casa. Hanno, però, d’altro canto, anche diversi svantaggi. Primo tra tutti, non profumano l’ambiente in maniera continuativa, cioè l’odore rilasciato è più o meno intenso a seconda di quanto siano impregnati i bastoncini e da quanto tempo sono immersi nell’olio essenziale che stando in un contenitore aperto in cima, come una bottiglietta, evapora più velocemente. Quindi un diffusore a bastoncini è la scelta ideale per ambienti medio-piccoli e se non si ha la pretesa di voler godere dei benefici dell’olio essenziale sul fisico e sulla psiche.

I diffusori elettrici non hanno questi problemi, in quanto profumano l’ambiente in maniera sicura, efficace, uniforme e continua nel tempo. Inoltre, sono in grado di diffondere l’aroma su una superficie più estesa, essendo adatti quindi anche per ambienti più grandi. I diffusori elettrici ionizzano o nebulizzano una miscela di acqua e oli essenziali, facendo sì che le molecole di olio essenziale disciolte in acqua si diffondono nell’aria e non solo la profumano, ma la purificano e possono essere respirate, che è l’unico modo per godere delle proprietà benefiche dell’olio essenziale su corpo e mente.

Di diffusori elettrici se ne trovano in commercio e online di moltissimi modelli, materiali, colori e prezzi. Alcuni sembrano veri oggetti di design, da abbinare ai propri mobili di casa come dei complementi d’arredo. Altri abbinano all’aromaterapia anche gli effetti benefici della cromoterapia, per aiutare nella scelta di quello più adatto alle proprie esigenze consigliamo di leggere questa guida.

Articoli correlati