Eiaculazione precoce: cause e rimedi

Forse non sei a conoscenza del fatto che molti uomini soffrono di eiaculazione precoce. E forse non sai che ci sono dei rimedi naturali molto validi, che possono aiutarti a risolvere questo imbarazzante problema.

Cominciamo col dire che il fatto stesso di definirlo “problema” non è esatto perchè non pone il soggetto che ne soffre, nell’atteggiamento giusto per poterlo affrontare e superare. Parleremo quindi di disturbo o, meglio ancora, di fastidio.

L’eiaculazione precoce può essere causata da problemi legati al mal funzionamento della prostata o dell’uretra o dell’anatomia stessa del pene, nel caso in cui ci sia qualche difetto anche congenito. In questi casi è tassativo rivolgersi ad un andrologo o ad un urologo.

Ma se così non fosse? Se non si trattasse cioè di nientedi tutto ciò? Non cominceresti allora a pensare che la causa potrebbe essere di natura psicologica?

Ebbene si, è proprio così. L’ansia, la tensione che accumuli e che non smaltisci, insieme ad una buona dose di stress, in un soggetto che mal le sopporta o che non vive assolutamente bene situazioni di questo genere, non sapendole nemmeno gestire, sono le cause principali di questo disturbo.

E ti stupirà anche sapere che a volte può bastare solamente recarsi in erboristeria per trovare la soluzione. Piante come la valeriana, la passiflora o il tiglio, dalle conosciute proprietà rilassanti, possono fare al caso tuo.

Certo, puoi decidere di consultare uno psicologo che ti aiuti a tenere sotto controllo la tua ansia e a imparare a gestire lo stress, ma non sottovalutare la possibilità di avere un colloquio con un omeopata o un fitoterapista, oppure di provare con qualche metodo ayurvetico o qualcosa che ti aiuti in un modo o nell’altro a distenderti e a rilassarti. Ricorda che un ciclo di massaggi e sopratutto più tempo libero da dedicare a te stesso sono quello che ti ci vuole.

Puoi anche provare a praticare più spesso l’autoerotismo, non meravigliarti ma conoscere bene i tuoi tempi e sapere quando fermarti per controllare e per poter bloccare la tua eiaculazione, ti auterà quando durante un rapporto sessuale ti troverai nella spiacevole situazione di avere un orgasmo molto prima di quanto il tuo partner, e tu stesso, si aspetti.

Poi l’alimentazione, importantissima, fondamentale se saprai curarla. Dovrai cercare di assumere alimenti ricchi di zinco e selenio, di omega 3 e 6, contenuti nella frurra secca, olio d’oliva e nel pesce, tutte le vitamine del gruppo B e bioflavonoidi, contenuti in pompelmo, limone e uva. Stiamo parlarndo quindi di un’alimentazione sana che ti aiuterà, tra le altre cose, anche a perdere peso, quindi a piacerti di più e ad avere maggiore fiducia in te stesso.

Non a caso chi soffre di eiaculazione precoce, tende a chiudersi in sé stesso, a non parlarne, spesso anche ad astenersi dall’avere rapporti sessuali e ad avere problemi di autostima.

Niente di più sbagliato perchè al contrario ci si deve sforzare di parlarne con qualcuno, sopratutto con il partner, che dovrà a sua volta cercare di essere comprensivo e sopratutto paziente. Insieme potete cercare, potete esercitarvi durante il vostro rapporto sessuale, di capire in quali posizioni c’è maggior o minor stimolo, quindi regolarsi di conseguenza. Capire anche quali sono i punti più sensibili e le tempistiche, fermandosi al momento giusto e cambiando magari posizione.

Oppure l’uso del preservativo o di creme ritardanti può essere utile, così come i preliminari, nonostante siano il più delle volte evitati dagli uomini perchè temono di avere una eiaculazione prima del tempo.

Ultima, ma non meno importante, è l’attività fisica, che dovrà essere regolarmente praticata insieme ad esercizi specifici per sviluppare i muscoli pelvici che aiutano a trattenere lo sperma.

Non indugiare ancora, comincia subito!

Articoli correlati