Capelli ondulati – Con la piastra triferro sarà molto più semplice

L’estate si avvicina ed è il momento di trovare il look giusto per i vostri capelli. Per la stagione estiva avere i capelli ondulati facilita ogni uscita, ma per ottenere delle giuste onde per la nostra chioma non è facile. Si sa che i capelli mossi e ondulati in estate sono più sexy. Non basta andare dal parrucchiere ma c’è bisogno di una soluzione da adottare giornaliermente. Con la piastra triferro sarà molto più semplice mantenere i ricci ondulati per diversi giorni senza perdere troppo tempo allo specchio ogni volta che si esce.

La piastra triferro

Buttate via arricciacapelli, piastre tradizionali o frise perchè la soluzione più efficace per i vostri ricci ondulati è la piastra triferro. Non si tratta di una normale piastra, vediamo come è fatta. La piastra triferro è uno strumento a pinza che da una parte è costituita da due tubi di acciaio paralleli mentre dall’altra c’è una piastra a forma ondulata. Il sistema è creato ad arte per far combaciare perfettamente le due parti della “pinza” per creare delle onde perfette

Come funziona

Usare la piastra triferro è molto semplice e potete ottenere i vostri ricci ondulati anche da sole. Il sistema di uso è uguale a quello delle normali piastre: dividete i capelli per ciocche e poi stringeteli nella piastra trascinandola dalla radice fino alla punta dei capelli. Sarà necessario effettuare almeno due volte questa operazione per ogni ciocca di capelli ma alla fine i risultati saranno strabilianti. Un consiglio utile è quello di spruzzare un po’ di lacca sui capelli prima di piastrarli, un segreto per avere i capelli ricci e ondulati ancora più a lungo

L’effetto ad onda

Usando la piastra triferro otterrete un effetto ondulato naturale, sexy e morbido. Insomma il classico effetto “Beach waves”, onde da spiaggia, lo stesso effetto che danno il sole l’acqua salata e la salsedine in spiaggia in estate. Con la differenza che i capelli saranno più lucenti e con uno stile naturale

I vari tipi di “onde”
Per chi ha i capelli di lunghezza media o corta è perfetta la piastra con onde larghe mentre per chi ha capelli lunghi l’ideale è utilizzare le onde strette per ottenere ricci piccoli e stretti.

I materiali delle piastre

In commercio esistono diverse piastre triferro. Si differenziano principalmente per materiali e prezzo, e quindi la qualità dei ricci sarà differente a seconda della piastra che comprerete. Le migliori sul mercato sono le piastre ricoperte in ceramica, un materiale perfetto conduttore di calore.

Le piastre realizzate in ceramica vi regaleranno dei ricci molto ondulati è soprattutto non correrete il rischio di bruciare i capelli. Eventualità che invece dovrete mettere in conto se acquisterete una piastra in acciaio o in ferro. Inoltre dovete sapere che le piastre in ferro e acciaio sono tra le più economiche ma anche le meno potenti, quindi per ottenere i vostri ricci dovrete applicare diverse passate con il rischio di bruciare le punte dei capelli. Invece le piastre in ceramica arrivano a alte potenze, anche fino a 70 watt, tanto che con due semplici passate avrete già la vostra ciocca di capelli ondulata in tutta sicurezza.

I prezzi
Diffidate dalle piastre che sul web e online costano 10 euro o poco più. Il prezzo giusto per una piastra triferro in ceramica è quello a partire da 40 euro fino a 90 euro per il top della gamma.

Come curare i ricci

Ogni riccio è un capriccio! È proprio vero ed allora come gestire i nostri ricci? Sicuramente per chi ha i capelli ricci la loro cura è molto complicata. Ma basta seguire alcun consigli per evitare l’effetto capelli crespi. L’umidità è il primo nemico per i ricci, ed allora se siete in ambienti umidi coprite il capo con un cappello o un foulard. LavarlI troppo spesso può danneggiare, ed allora limitate lo shampoo a due volte a settimana. Il passaggio più delicato è l’asciugatura e la pettinatura: cercate ambienti aperti per asciugarli e pettinateli delicatamente senza usare troppa forza. Dare troppi strappi con la spazzola può indebolire i vostri ricci.

Fonte: www.piastraonde.it

Articoli correlati