Come attirare più clienti grazie a internet

Ormai qualsiasi azienda o libero professionista è ben consapevole delle grandi opportunità di business che internet ci offre. Per ogni settore di mercato una buona visibilità online può far aumentare anche in modo considerevole il fatturato, sia per le professioni che esistevano prima di internet, che per quelle nate online.

L’errore più grande che si può commettere però è quello di pensare che sia sufficiente aprire un sito e che prima o poi, magicamente, i clienti cominceranno ad arrivare e ad acquistare i nostri prodotti o a chiedere informazioni sui servizi che offriamo.

Per avere successo su internet serve una strategia ben precisa che tenga ben presente tutti gli aspetti. Per prima cosa dobbiamo pensare a come dovrebbero trovarci i clienti e la risposta più immediata è senza dubbio una: su Google!

Bene, sicuramente Big G. è un ottimo canale per portare traffico qualificato sul nostro sito, utenti già potenzialmente interessati a ciò che abbiamo da offrire (sono su Google proprio per cercarlo!), ma in settori molto competitivi non è facile emergere e se non riusciamo a comparire tra i primi risultati, o almeno in prima pagina, con ogni probabilità l’utente si rivolgerà a qualche concorrente posizionato meglio di noi.

Già da questa premessa si capisce quindi l’importanza di un buon posizionamento su Google per aumentare il numero di clienti online, ma come fare per ottenerlo? Sicuramente la scelta migliore è quella di rivolgersi ad un consulente SEO come Daniele Benedetti, che sul suo sito posizionaresitiweb.it presenta i vari servizi offerti a professionisti e PMI che vogliono migliorare il proprio ranking su Google.

Un consulente SEO si occuperà innanzitutto di analizzare la nicchia di mercato per individuare le parole chiave più remunerative (non necessariamente quelle più ricercate, bensì quelle in grado di portare il maggior numero di utenti potenzialmente interessati e quindi con un’alta possibilità di diventare clienti).

Lo step successivo sarà quello di ottimizzare il sito per fare in modo che per Google sia più facile indicizzarlo, senza dimenticare però che bisogna rivolgersi a degli utenti in carne ed ossa invece che ad un bot, perché saranno questi poi a decidere se acquistare il nostro prodotto, o chiederci un preventivo, o rivolgersi altrove.

Chiaramente un sito con una buona struttura e contenuti ottimizzati ha migliori possibilità anche di ottenere un buon posizionamento su Google; tuttavia in settori molto competitivi potrebbe non essere sufficiente per raggiungere la prima pagina e ottenere quindi quella visibilità minima se si vuole sperare di avere risultati con il web marketing.

In questi casi è necessario affiancare all’ottimizzazione on site anche una buona strategia off site, volta ad ottenere backlink da siti autorevoli con tematiche affini alla nostra. Tuttavia, visto che si tratta di operazioni molto delicate che, se eseguite in modo errato possono anche causare danni al sito anziché spingerlo, è sempre consigliabile affidarsi ad un professionista esperto anche nel campo della link building.

Articoli correlati